Ancora Windows?

windows-10-logo-windows-91-640x353Personalmente io sono con Rhett Butler. Ma per quel che ho visto la mossa di Micro$oft ha avuto successo. Ieri il web è stato invaso da commenti, considerazioni, “Ohhh!“, “Ahhhh!“, “Wow!” (“Uau!“). Tanto che voglio raccontarvi di un caso controcorrente. Ma prima una mini rassegna (tendenziosa più dell’usuale).
Una cosa che si dice (ma non ritrovo l’URL) è che il 10 sarà per tutti gli aggeggi, dal telefono al server. Non ci credo. O almeno io non riesco a immaginare come potrei scrivere, pasticciare con le immagini e quant’altro senza tastiera. Esempio minimo: quando scrivo (anche questo post) mi capita continuamente di tagliare, spostarmi, incollare, su più file. Ok, lo faccio da 30+ anni, ho iniziato su Prime con un editor molto simile a ed (sì su Linux c’è ancora) e ho continuato da allora, cambiando tante volte editor, ovvio (peraltro mi manca Emacs); forse sono troppo vecchio. Ma voi ci riuscireste con i soli pollici? O regredireste a Facebook e Whatsapp? La seconda che ho detto vero?
Intanto pare che ci sia (ma non da noi) il technical preview.
Aggiornamento: provate qui.
Però se lo trovate e lo installate poi non riuscirete a tornare indietro. Buona fortuna!
Niente per adesso non c’è. E intanto continuate a usare XP (sì, parecchi sono rimasti lì), Vista (!), 7, 8, 8.1, whatever.

Ma c’è una buona notizia, adesso vi racconto. Ieri mi hanno detto che una mia ex collega è passata a Linux, Ubuntu con Unity per la precisione.
La cosa è stata più o meno così: lei usa solo un portatile (a cui attacca il mouse) perché è molto mobile. Non solo casa-ufficio ma viaggi anche esageratamente lunghi. Con il ‘puter fa quello che fanno in tanti, usa Office, il browser, legge e scrive vagonate di mail, poco altro.
Pare che a portarlo in giro il portatile non duri più di tanto. O forse non sono più come quelli di una volta. O spheega. In ogni caso il suo ha cominciato a dare errori su errori e nell’attesa di uno nuovo il sysop (si usa ancora questo termine?) dell’ufficio dove lavora le ha detto che aveva a disposizione solo un ferrovecchio, funzionante certo ma con Ubuntu. Probabilmente per disperazione, si è sempre in ritardo sulle scadenze, la sventurata rispose (cit.). Il sysop (che appena lo vedrò abbraccerò e bacerò in fronte, più volte) le ha dato qualche dritta, ha predisposto le icone giuste sulla barra delle icone (non ricordo mai come si chiama) e qualcuna (parecchie) anche sul desktop e via.
Ecco, è avvenuto il miracolo. Il portatile nuovo ha dentro ‘buntu. E non ha l’antivirus. Ed è più veloce al boot e allo spegnimento. E tutto, mi assicurano, senza effetti collaterali.
Quel sysop è davvero più bravo di me, fossero tutti come lui nessuno si porrebbe problemi circa Windows  10.
Poi c’è chi si chiede se finalmente riuscirà a gestire la spazzatura: Will Windows 10 Finally Address OS Decay?

Personalmente la penso come Rhett: “Frankly, my dear, I don’t give a damn“.
In questi casi bisogna metterlo comunque il “(cit.)“?

Proprio come la Juve

3210.
Cioè: 7, 8, 10.
Proprio come la Juve: 26, 27, 30. Adesso sono a 32 (ahemmm, 30).

Agnelli-Andrea2Ma se va tanto bene XP!” dice il mio amico Massimo; lui se l’è fatto installare anche sul portatilino (lui lo chiama sempre così, rimpiangendo che non abbia una stampantina). Ma forse non fa testo, per dire usa il telefono per telefonare.

whatsappIntanto il mondo va avanti…

SERIE A 1999/2000
Ecco le prime reazioni a caldo

Eheh. /cc @verge

Per presentare un sistema operativo devi

Windows 10: la nuova major release di Windows è ufficiale

Ahah. Desktop virtuali

delpieroMicrosoft Announces Windows 10

Windows 9 is

Historically, good versions of Windows have had odd numbers

Ma che cazzo sto un po’ via da twitter

Simo, che ormai è grande

Simo, che ormai è grande

Visto nel Web – 150

Questa settimana due cose: le vicissitudini di Apple e la mia stanchezza, voglio le ferie! Ma poi passa, forse. Intanto ecco cosa ho visto nel Web.

922d0a21-bfe3-4cbd-bef7-c0f5d48a34e0

Tecnologia: iPhone 6 eletto prodotto tecnologico dell’anno 2009
::: Lercio

Stephen Hawking Talks About the Linux-Based Intel Connected Wheelchair Project
::: Full Circle Magazine

Scientists need a dynamic programming language
::: Almar’s

ByFIuu3IcAAvK5b

Is Alibaba Comparable To a US Company?
probabilmente ormai è vecchia come notizia, ma chissà…
::: Slashdot

3, 2, 1… #CommonMark
::: SIAMO GEEK

Google sa di me quello che io non sapevo
::: Luca De Biase

linux

‘Reactive’ Development Turns 2.0
::: Slashdot

Il Linux Day a San Marco Argentano!!!
io sono quasi sempre con Lubit
::: the secrets of ubuntu

Diritto d’autore, il ‘fotocopie-gate’ di Siae: in Francia funziona così
::: Il Fatto Quotidiano

bullshit

pyrasite
Tools for injecting code into running Python processes
::: pyrasite

Jekyll e GitHub Pages, come impostare correttamente il proprio dominio
::: Bl@ster’s

And the winner of the ‘Modest Job title’ goes to this chap
::: Twitter

ByM7-LdCMAA19EZ

non so come andrà a finire questo celeb-gate
::: Twitter

Tesla inaugura la prima stazione Supercharger in Italia
::: Twitter

Da non perdere >> Le slide (free) del webinar “Pregi e difetti dei principali CMS Open Source”
::: Twitter

therockgoogleplusghosttown

Conoscere per scegliere: U.P.S. (sunto informazioni di base)
::: ElectroYou

#tweetmuto
::: Twitter

e questa è forse la migliore pubblicità per la Samsung
::: Twitter

v4X0y9W[1]

Il lato oscuro dell’Internet delle Cose
::: la Stampa

L’America non è neutrale. Ma discute a fondo
::: Luca De Biase

Jekyll e GitHub Pages, come impostare correttamente il proprio dominio
::: Bl@ster’s

10703748_10152493265817639_3204242864163103861_n

Antivirus in fase di boot: le possibili scelte (bootable images)
::: Gioxx

Il successo di Alibaba e la paura di una nuova bolla
::: Internazionale

World Wide Web inventor slams Internet fast lanes: ‘It’s bribery.’
::: Washington Post

tumblr_nce5llCDWc1r1ksyoo1_500

The Raid-Proof Hosting Technology Behind ‘The Pirate Bay’
::: Slashdot

Nobody’s Neutral In Net Neutrality Debate
::: Slashdot

Breaking the Complexity Barrier of Pure Functional Programs with Impure Data Structures
::: Lambda the Ultimate

10670280_709875915767021_7072986622361978590_n

E’ uscito male pure con Larry Page e Sergey Brin accanto
::: Twitter

Apple Sells More Than 10 Million New iPhones In First 3 Days
::: Slashdot

DuckDuckGo Now Blocked In China
::: Slashdot

10635763_676786962417366_3612774986384756910_n

Anonymous Peer-review Comments May Spark Legal Battle
::: Slashdot

Analyzing Programming Languages using Rosetta Code
::: Chair of Software Engineering

Le slide della presentazione del “Progetto XPocalypse” al “Premio egov 2014″
::: Twitter

chemtrails-1

Apple annuncia la fine della “Guerra dei Brevetti” con Samsung
::: Twitter

Algorithms. Learn Algorithms by Solving Challenges. Pick a topic below and Learn by Doing!
::: Learneroo

Samsung plans to stop selling laptops in Europe
::: Engadget

ByYca4WIYAAQB71

Clojure Codex
::: Robert Stuttaford

How Much Better Is Each New iPhone’s Camera? Here’s An Excellent Comparison
::: TechCrunch

Popular Wi-Fi Thermostat Full of Security Holes
::: Slashdot

time_travel

I’m sorry about my awful handwriting. But not as sorry as we will all be if we do online voting.
::: Twitter

Apple support just confirmed that to avoid #iPhone6 bending, you must use the pockets of certified Apple jeans
::: Google+

Text summarization with NLTK
::: the Glowing Python

ByaLQZ1IIAA2Zme

Da quando è morto quello
::: Twitter

Usa to create official #opensource policy
::: Twitter

Australian Senate Introduces Laws To Allow Total Internet Surveillance
::: Slashdot

ByZc-wBIgAEOCDN

France adopts anti-terror law eroding civil liberties
::: EDRi

Patent trolls are starting to get trampled
::: ZDNet

Apple pulls iOS 8.0.1 after users report major problems with update
::: The Verge

1495537_10152331703249886_4157194122861149437_n

Aboliamo il monopolio Siae
::: Change

Computer History Museum: Celebrating 35 Years!
::: Computer History Museum

From Vim to Emacs+Evil chaotic migration guide
::: Juanjo Alvarez

10696294_10152723128776840_5734349268825289703_n

FBI Chief: Apple, Google Phone Encryption Perilous
::: Slashdot

Il lavoro? Lo trovi, e lo perdi, sui social
::: la Stampa

L’ultima (vera) rivoluzione di Thom Yorke
::: la Stampa

metafore

Programmare con la rete
::: SIAMO GEEK

Deploying Go servers with Docker
::: The Go Programming Language

Looking forward to @SuePGardner on large-scale #collaboration and #future #web at #w3c20 29 Oct
::: Twitter

c-shell

More proof that it’s Python’s world and we’re just living in it
::: ITWorld

Presentazione del corso ‘Linux da 0 – L’utilizzo del computer per tutti i giorni’
::: PNLUG

Apple Yet To Push Patch For “Shellshock” Bug
::: Slashdot

Dangerous-clouds-2-ca44fa1

Sony is shutting down PlayStation Home in North America, too
::: Engadget

83% of UK population is online; just 6% in Nigeria, 1.6% in Ethiopia
::: Twitter

BvWlLcCCYAAbN1Y

Apple, dove i sogni diventano realtà
poi però basta, nèh!
::: Twitter

A bug called Bash
::: Twitter

ByYVnHQIEAItw5r

Uh! ‘na rob’ancora, perso:6666

#BendGate, #Shellshock e altri bugs

iphone-foldNon so quanto sia vera e grave la faccenda relativa all’ultimo telefono di Apple. Certo che, per contro, sta vendendo alla grande.

ByeHIemIIAEhv4UPer i devoti della MelaMorsicata™ è un po’ come la messa delle 11 la domenica: se non ci vai non ti senti completamente organico alla comunità. Forse a quest’ultima dovrei cominciare a parteciparvi anch’io, ma la trovo di un noioso e ripetitivo che non vi dico; rimando a quando sarò uncora più vecchio e rinko.
Ma sui telefoni ho scoperto ‘na roba (sì so che lo sapete già tutti ma io sono lento di comprendonio e nessuno mi dice mai niente): i fanboy (della MelaMorsicata™ ma non solo) il telefono vecchio lo rivendono; c’è un mercato, c’è gente che tanto usa l’aggeggio überpheego per telefonare, a  voce (di solito urlando); e quelli dell’anno scorso vanno benissimo, tranne la batteria.

BydaurHCYAA6tiJE comunque se dovesse capitare a te, anzi fallo subito, meglio essere preparati, c’è già l’accessorio adatto. E per un vero fanboy ha un prezzo più che onesto. C’è già la fila.

Ma mica finisce qui, mica c’è solo la Apple. Ecco #Shellshock, anche per Linux. Quando ho saputo ho fatto il test (su Lubit e Ubuntu) e pare non ci sono. Vero che faccio gli aggiornamenti, forse me lo sono perso.

Altri invece la pensano diversamente:

iphone6Boh, chissà. Vero che mi capita spesso quando sono ospite di utenti Windows di vedere che all’accensione del ‘puter compaiono finestre imploranti di aggiornare l’antivirus che la versione in prova è scaduta o minacciosi tipo “il tuo computer è a rischio” o altro ancora. E tutti (quelli che conosco) che dicono “fregatene!”, ignorando la perversità di Spectre, NWO e affini. Poi c’è chi profetizza la fine di questo e quello, hardware e software, viviamo tempi difficili.
Non so quanto possa essere vero; certo che nel corso del tempo cose di questo genere ne sono capitate parecchie: Olivetti, Prime, DEC, Apollo, Silicon Graphics, Sun, … E altri sono sopravvissuti cambiando pelle, IBM per esempio quando ero giovane era come poi è diventata Microsoft, che però ha smesso di esserlo da tempo e non si sa –oops! anch’io a predire il futuro :oops:

OK, chiudo, devo lavorare che sono in ritardo, più del solito :shock:

Quelli che se non è la MelaMorsicata™

Lo so che mi sto facendo del male. E non vorrei. Oltre tutto non è pheego e che figura ci faccio, dico a tutti che sono un buzzo senza senso estetico. Ma metti che non dico passarla liscia ma sopravvivere, avrò la coscienza a posto, limitatamente a questo post, certo. Sua Pastosità il Prodigioso FSM (sempre sia condito, RAmen) avrebbe (se volesse ma ha altro da fare ed è mooolto propenso al kazzeggio, molto più di me) tante cose da rimproverarmi ma non di aver letto passivamente questo post di Massimo Mantellini, il mitico Mante del Manteblog.
Io lo URLo spesso nella mia rassegna domenicale, mi piace; anche se non informatto (o forse proprio per questo) è tosto, assay.

Ma oggi, dai: Nulla da aggiungere.

bbUna foto segnaletica e basta così. Lo sapete che io sono tardo di comprendonio. E, in ogni caso per queste cose ci sono altri social-cosi più adatti: Instagram, Pinterest, Twitter, Facebook che lo vede anche la mia mamma.

Per fortuna ci sono i commenti: Kitpou delle 23:44 del 24, mORA delle 7:50 del 25, ArgiaSbolenfi delle 10:45 del 25, nicola delle 11:58 del 25.

E il link suggerito da Kitpou merita un click; e una lettura come se fosse scritto dal tuo blogger preferito: BlackBerry Passport: la Recensione di HDblog.it.

Dislaimer: io non gioco più su queste cose, sono ormai fuori dal mondo del lavoro; ho un telefonino per telefonare ma lo tengo sempre spento. E non so nemmeno il numero a memoria.

Programmazione nella Scuola Primaria – 11

11La serie volge al termine –finalmente! | finalmente?– ma prima una cosa ancora, diversa.
Anzi comincio con una bella notizia trovata sul web: Xprize’s next big challenge: software that lets kids teach themselves. Proprio come cantavano i Pink Floyd “Hey teacher! leave –OOPS mi sto rivolgendo agli insegnanti, cancello. E poi non ero in me, davvero.

Allora vi confesso un segreto: una carissima e pazientissima amica ha provato a fare i compiti delle lezioni precedenti. Io le ho solo dato un piccolissimo aiuto per trovare il Prompt dei comandi e magie ad esso collegate.
Ha ragione, non è quello che si fa di solito. E il figlio suggeriva di lasciar perdere quella roba e fare qualcosa di utile, tipo un gioco per il telefono. Naturalmente no, a suola si imparano le operazioni dell’aritmetica, non come tenere la contabilità IVA.

Ma poi, ripensandoci mi son detto che non aveva tutti i torti, la mamma non il figlio. E –pensa la combinazione!– ho trovato un IDE (integrated development environment, ambiente di sviluppo integrato) semplice, gratuito e che funziona: IEP.
iep3
Nella pagina di download lo potete scaricare e installare la versione per Windows, le prove le ho fatte con Linux (Lubit).

iep1

Eccolo, nella finestra che ho indicato con 1 potete scrivere il vostro codice o incollare quello preso dal web. Io ho scritto solo un paio di righe per un test veloce. Dopo averlo salvato (File|Save) potete eseguirlo con Run|Run file as script e il risultato appare nella finestra 2.

lingua

Dimenticavo: si può scegliere la lingua, come vedete avete la possibilità di perfezionare il vostro Olandese o Russo o Catalano.

iep2

Tornado a IEP, nella finestra 2 potete eseguire interattivamente istruzioni Python, mai più il terminale!

Vale solo per Python? Sì, lo dice anche il nome. Ma se dovesse servire se ne possono cercare altri, per altri linguaggi. Facciamo così: se ci sono osservazioni, commenti, whatever li raccolgo in un post ulteriore. Altrimenti finisce qui; non so se sono riuscito a dare un’idea di cos’è la programmazione, agli insegnanti non ai bambini che dovranno subirla. Essendo vecchio forse sono troppo legato a come si faceva una volta, nello scorso millennio, chissà…

Poi, lo sapete come vanno le cose, ecco Randall Munroe.

Programmazione nella Scuola Primaria – 10

10Quando sono partito con questa serie di post c’era una colossale minaccia minacciosa incombente: il C++.
Non che ce l’abbia con il C/C++, anzi! Quasi tutta l’informatica come la conosciamo noi si è sviluppata con e in C (e poi C++, la differenza credo esuli da questa introduzione).
Ma fin da subito ci si è accorti che forse non è sempre necessario, alle volte si può usare qualcosa di più amichevole. Anzi si deve. Il primo (per quel che mi risulta) è stato il Basic nato per semplificare il Fortran e tutta la sua liturgia.
In due parole: quando scrivo un programma in Fortran, C o in un linguaggio simile non riesco a eseguirlo nello stesso modo che abbiamo visto per Python, Ruby e Lua. Questi ultimi sono interpretati, quando ne eseguo uno chiedendo a Python o Ruby o quello che è di eseguirlo il mio file viene caricato in memoria e convertito per renderlo comprensibile al computer, al volo e ogni volta che lo lancio. Funziona, bene, e più è veloce il computer meglio è, la conversione è praticamente immediata.
Però se il programma è grosso o richiede molta memoria il ripetere ogni volta queste operazioni sarebbe oneroso e lento. Ecco perché fin da subito sono nati i compilatori che fanno la conversione dal file comprensibile agli umani, scritto in Fortran o C o Cobol o quello che volete nel linguaggio del computer. E il risultato di questa conversione viene scritta su un file, chiamato eseguibile. Quindi prima di eseguire un programma la prima volta devo compilarlo (convertirlo per il ‘puter). A questo punto l’esecuzione sarà semplicemente la lettura dell’eseguibile, già scritto come vuole il ‘puter.

OK, adesso dovrebbe essere chiara la suddivisione tra script (quelli interpretati) e programmi (quelli compilati). E dovrebbe risultare sensato quale useremo: se è molto grande e da distribuire (pensate a Word o al vostro browser) useremo un linguaggio compilato. Oggi quelli usati sono il C, il C++, Go, Rust, … Ma se si tratta di qualcosa di più piccolo possiamo usare un linguaggio interpretato, più facile da scrivere e modificare. Ecco allora Python, Ruby, Basic, Lua, PHP, Perl e millemila altri per soddisfare o gusti di tutti.

C’è anche qualcosa di intermedio, più lento dei compilati e con una gestione più difficile degli interpretati, come per esempio Java. Non ne parlerò, quando (e se) diventerete esperti… Uh! lo stesso vale per i funzionali, pare siano sempre più di moda, vedremo.

OK, ma non dovevi dirci del C++?
Uh! sì, subito. Ecco la versione C della congettura di Collatz vista nei post precedenti:

 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
10
11
12
13
14
15
/* coll.c */

#include<stdio.h>

void main() {
    int n = 15; /* cambiare se nessario */
    while(n > 1) {
        if((n % 2) == 1)
            n = 3 * n + 1;
        else
            n /= 2;
        printf("%d ", n);      
    }
    printf("\nfatto!\n");   
}

Esaminiamolo brevemente. I commenti iniziano con /* e finiscono con */, possono quindi essere distribuiti su più righe. Normalmente un file inizia con una serie di #include per dire al compilatore dove cercare le funzioni che useremo. Nel nostro caso c’è la printf() che è nella libreria standard (std) di input e output (io) –ok, una nerdata. Non è la stessa cosa dell’import di Python: nei file .h avremo solo il prototipo della funzione, cioè l’intestazione e la funzione sarà in una libreria fornita con il compilatore (o che ci siamo fatti noi).
Il programma inizia dalla funzione main(), in questo caso (per renderla simile alle versioni viste precedentemente) è void, cioè quando finisce non dice al sistema operativo com’è andata. È altamente raccomandato dichiararla int e ritornare un valore, 0 significa tutto bene.
Ecco, come per main() (riga 5) anche ogni variabile va dichiarata, dicendo che tipo di dato dovrà contenere, cosa che faccio (riga 6) per la variabile n.
Un blocco inizia con { e termina con }. Notare che ogni istruzione termina con ;. Non contano i rientri e gli a-capo. L’istruzione per scrivere sul terminale è printf(), la f sta per formattato; è piuttosto complessa ma è la più semplice della sua famiglia (sapeste…!).
Un’ultima cosa, storica: %, ==, /= e \n sono nate in C e solo successivamente copiate da tutti quanti.

A questo punto abbiamo il codice, lo compiliamo (con Linux, con Windows sarebbe un po’ diverso), così:

comp

gcc è il GNU C compiler (in realtà compila non solo C ma il nome è rimasto); l’opzione -o serve per dare il nome all’eseguibile, nel nostro caso coll, segue la lista dei file da compilare, nel nostro caso il solo coll.c.
Se non ci sono errori gcc fa il suo dovere, in silenzio, e crea l’eseguibile (in questo caso coll, piccolissimo 7KB appena). Ma ancora non funzionerebbe. Dobbiamo abilitarlo, cioè dire al sistema operativo (Linux) che è un programma, nostro, di cui ci fidiamo:

chmod

+x sta per aggiungi l’attributo di esecuzione, mnemonico vero?
E finalmente:

coll

OK? come si vede anche un caso semplicissimo diventa più complesso dei linguaggi interpretati. E poi devo confessarvi un peccato che macchia la mia coscienza. Ho detto che avrei parlato del C++ e invece sono rimasto al suo papà il C. Non è cattiveria, l’ho fatto per voi: con il C++ sarebbe stato sostanzialmente simile ma avrei dovuto introdurre le classi e gli oggetti. Cose del tutto inutile in questo caso, anzi controproducenti.

Mi rendo conto che questo post è il più ingarbugliato della serie, non è colpa mia:

jessica

Visto nel Web – 149

OK, finisco ‘na roba e torno a bloggare, prossimamente, forse.
Intanto ecco cosa ho visto nel Web.

wi-fi

What Apple knows about smartwatches that Google doesn’t
mah, chissà, forse… o no?
::: ComputerWorld

Windows Phone is great, but requires you go all-in on Microsoft
::: The Next Web

The Evolution of the Internet Governance Ecosystem
::: nexa

10311828_10152607129853376_2728889203518673003_n

RMS (Sant’IGNUcius) in diretta streaming da Torino
::: Twitter

NixOS The Purely Functional Linux Distribution
qualcuno lo conosce?
::: NixOS

Uno dei blu screen da errore + grande che abbia mai visto
::: Twitter

ie

NSA Hails Apple’s New iPhone 6 And Smartwatch
::: Duffel

GeoGebra in 3D: ThreeoGebra!
::: The Aperiodical

Google reveals the first ultra-cheap Android One smartphones
::: The Verge ::: ExtremeTech

peru

15 modi per perdere Followers su Twitter
::: On Marketing

Julian Assange: “Google è diventato malvagio”
::: L’Espresso

Google Cardboard: la realtà virtuale in vendita a 2.55 €
::: Tutto Android

questi fisici!

Richiesta Rimborso Microsoft Windows Pre-Installato
::: SOSonline

The FCC Net Neutrality Comment Deadline Has Arrived: What Now?
::: Slashdot

Road to Rust 1.0
::: The Rust Programming Language

BxsObpgIIAAgzvf

Dimezzare il tempo in cui gira il tuo codice #fortran
ma pensa te! anche se quando lo dico io non mi credono
::: Twitter

MIT’s Cheetah Robot Runs Untethered
::: Slashdot

Se gli U2 sono un malware
::: manteblog

BZyN4j7IUAAYEry

WordPress un prodotto di successo e molte leggende metropolitane
::: Otherplus Tech

Why Apple Should Open-Source Swift — But Won’t
::: Slashdot

Enlightenment E19 disponibile per il download
::: oneOpenSource

Marcello Bardini

Marcello Bardini

Firefox e i servizi di condivisione
::: Gioxx

Amazon, o di come si ridisegna il futuro del libro
::: la Stampa

Wolfram Alpha lancia Mathematica Online
::: Downloadblog

1452369_10151827228812639_497762364_n

NSA Director Says Agency Is Still Trying To Figure Out Cyber Operations
::: Slashdot

What’s in store for the most widely used language by discerning hackers?
::: Lambda the Ultimate

Linux Password Cracking: Explain unshadow and john Commands (John the Ripper Tool)
::: NixCraft

mul

Video del giorno #9 – Programma 101
::: Prima o poi

Apple wants to wean you from Android with its new iPhone guide
::: Engadget

Logitech Aims To Control the Smart Home
::: Slashdot

unoetrino

51,000 websites currently blocked in #Turkey
::: Twitter

Keyboard Modifiers State indicator For Ubuntu: Xkbmod Indicator
::: Web Upd8

Il Comune di Schio riceve la menzione speciale per il progetto: Xpocalypse
::: Twitter ::: Twitter ::: Twitter ::: Dario Cavedon (iced)

Peppe Ammendolia

Peppe Ammendolia

Randomization Tests
::: Connor Johnson

Apple Locks iPhone 6/6+ NFC To Apple Pay Only
::: Slashdot

GuIT Meeting 2014 -> Sabato 18 ottobre 2014 -> Verona
::: GuIT

Marcello Bardini

Marcello Bardini

Facebook: la sicurezza del vostro account in 5 passaggi
::: Gioxx

Pipes and Filters
vecchio ma bello; e parla di pipe, la cosa che mi aveva impressionato di più quando ho scoperto Unix
::: Peter Sobot

An Open Source Pitfall? Mozilla Labs Closed, Quietly
::: Slashdot

BxQTiWJCUAEgvOa

Oracle CEO Larry Ellison Steps Down
::: Slashdot

Apple’s “Warrant Canary” Has Died
::: Slashdot

Code commenting styles
::: Twitter

BxrtNM3IUAA5nKY

Fundamentally connected
::: as days pass by

Inside Shenzen’s Grey-Market iPhone Mall
::: Slashdot

U2 and Apple Collaborate On ‘Non-Piratable, Interactive Format For Music’
::: Slashdot

Bxltf2MIEAA5dl9

Putin To Discuss Plans For Disconnecting Russia From the Internet
::: Slashdot

Se fossi Tim Cook andrei dalla gente in fila agli Apple Store
::: Twitter

MIT can turn your smartphone into a different kind of second screen
::: Engadget

mantainer

Microsoft Kills Off Its Trustworthy Computing Group
::: Slashdot

Why a Chinese Company Is the Biggest IPO Ever In the US
::: Slashdot

Android Apps Now Unofficially Able To Run On Any Major Desktop OS
::: Slashdot

10526126_10152662712719736_9188656426279828155_n

Come cambiare la lingua della nostra Debian
::: Palmux

Nanotechnology in Quantum Computing
(a dire tutta la verità ho letto solo il titolo)
::: AZoNano

ceri altrove

The Art of Unix Programming (2003)
::: Internet Archive

Understanding and Using Systemd
::: :::Linux.com

BxOYSPmIEAAbDrd

Tumblr mi blocca il browser

225px-TumblrHomepageRecentemente mi sono lamentato di Twitter (Una domanda su Twitter) e quello ha immediatamente ripreso a funzionare.
Non dico che sia per via del mio post; a meno che fosse tutto un gomblotto di NWO o chi per lui per prendersi gioco di me. Uhmmm improbabile.
Ma chissà, se basta un piangisteo ne ho uno pronto, vecchio di qualche settimana ormai. Riguarda Tumblr, anzi tumblr. come scrivono loro (e non potevano che finire da Yahoo! — nomen omen).

nome

Tumblr (stylized in its logo as tumblr.) is a microblogging platform and social networking website founded by David Karp and owned by Yahoo! Inc. The service allows users to post multimedia and other content to a short-form blog. Users can follow other users’ blogs, as well as make their blogs private. Much of the website’s features are accessed from the “dashboard” interface, where the option to post content and posts of followed blogs appear.

As of September 1, 2014, Tumblr hosts over 201.3 million blogs.

dice la Wiki, come faremmo senza la Wiki? (auto-cit.).

Ora il fatto, motivo del post: da un po’ di tempo appena tento di aprire una loro pagina con Firefox (ma anche con Chrome) il browser si blocca, ingrigisce e non risponde. Per qualche secondo ma non capita mai con nessun altro.

Ho provato a googlare, senza successo; viene il dubbio che capiti solo a me. E non voglio rinunciarci, ci sono amici che postano su Tumblr. Per esempio un sito scientifico, Fake Science, oggi c’era il test sul glutine, ecco il risultato per me:

breadknife

Qualcuno ha qualche dritta? Sulla piattaforma, non sul glutine, nèh!

Programmazione nella Scuola Primaria – 9

3

Abbiamo visto nei post precedenti come si programma usando Python. Ma Python è l’unico gioco in città? (cit.)

No, tutt’altro abbiamo tante alternative, vediamone un paio, limitatamente all’esercizio di Collatz. Come già per Python lo espongo in modo elementare in modo che risulti immediatamente comprensibile. Poi quando si cresce si potrà fare come fanno i nerd.

Questa è la versione Python:

 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
10
11
12
# collatz.py - prima versione

n = 42 # cambiare questo numero 

print n,
while n > 1:
	if n % 2 == 1:
		n = 3 * n + 1
	else:
		n = n / 2
	print n,
print '\nfatto!'

Ruby è un linguaggio di programmazione simile a Python, ecco come diventa lo script:

 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
10
11
12
13
# coll.rb - collatz in Ruby 1.9

n = 15
print n, " "
until n == 1
    if n.even?
        n = n / 2
    else 
        n = (3 * n + 1)
    end
    print n, " "
end
print "\nciao!\n"

rb

Tutto chiaro vero? A differenza di Python non conta il rientro e i vari blocchi vengono chiusi con la parola riservata end. Non ho resistito e la riga 6 l’ho scritta usando il metodo even?. Sì perché con Ruby tutto è un oggetto (ci sarebbe da fare un discorso lungo ma non è il luogo). Ovviamente potevo scrivere la riga in modo normale: if n % 2 == 0 che è esattamente cosa fa even?.
Benché usato principalemte per il web Ruby fa quasi tutto quello che fa Python e ha parecchi estimatori. Ovviamente c’è per Windows, gratuito, qui: RubyInstaller dove trovate manuali, tutorial e tutto quanto.

E che ne dite di Lua?

 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
10
11
12
13
-- coll.lua Collatz con Lua 5.0

n = 15
io.write(n, ' ')
while n ~= 1 do
    if math.mod(n, 2) == 0 then 
        n = n / 2
    else
        n = 3 * n + 1
    end    
    io.write(n, ' ')
end
print("\nciao!")    

lua

Molto simile ai precedenti. Non c’è l’operatore % (o non mi ricordo come si scrive) ma c’è la funzione mod, del modulo math. Lua (Luna in portoghese) è nato in Brasile dove è usatissimo (tutti i programmatori brasiliani che conosco usano Lua, ne conosco peraltro uno solo, ciao Lole!). Lua ha caratteristiche che si apprezzano solo quando il lavoro dventa non banale, cioè mi piace. Per Windows trovate tutto qui: luaforwindows.

Con l’installazione avrete a disposizione anche l’ambiente integrato SciTE, non sarete obbligati a usare il Blocco note.

E ci sarebbero ancora millemila alternative come il Basic o JavaScript. Ma poi il post diventerebbe troppo lungo. Però una cosa devo aggiungerla: il Lisp. Non una versione di quelle ufficiali (per il Lisp esistono tante varianti, molte più di quelle che riuscite a immaginare), una versione piccola, facile ed efficientissima: newLISP.

 1
 2
 3
 4
 5
 6
 7
 8
 9
10
11
; coll.nl Collatz con newLISP

(set 'n 15)
(print n " ")
(while (> n 1) 
    (if (= (% n 2) 0)
        (set 'n (/ n 2))
        (set 'n (+ (* n 3) 1)))
    (print n " "))
(print "\nciao!\n")
(exit) 

nl

Beh, sì, sembra diverso.
Per oggi basta così ma lo sapete che…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 77 follower