E se… Lisp

Una proposta di lavoro. Chissà se…
llthwTutto è nato ieri sera, una serie di cinguettii su Twitter, riguardo a L(λ)THW – Learn Lisp The Hard Way. Si può fare! forse.
Cioè questa è la mia proposta: se lo faccio da solo per il gusto di farlo non mi diverto. Anche perché non è una cosa né breve né banale. Richiede un certo impegno –qualche ora alla settimana– e un po’ di perseveranza, s’imparano cose nuove, all’inizio sembrano inusuali. Allora io ci sono se e solo se trovo qualche compagno d’avventura.
I quali dovranno relazionare sul loro progresso, propongo questo blog (ma potrebbe essere uno dedicato se del caso).
Chi c’è?

Senza pretese d’essere esaustivo un’intro quasi à la Twitter.
Il Lisp tratta liste, ecco un assaggino con una versione minimale ma potente ed efficientissima (newLISP):

* E se... Lisp? $ newlisp
newLISP v.10.6.0 64-bit on Linux IPv4/6 UTF-8 libffi, options: newlisp -h

> (+ 2 3)
5
> (+ 2 (* 3 4))
14
> (exit)
* E se... Lisp? $

Semplice vero? Sono in ambiente interattivo (in gergo REPL: read, eval, print, loop), una lista è chiusa tra parentesi. Il primo elemento di una stringa dice come valutare il resto della lista per cui la prima lista equivale a 2 + 3. La lista restituisce sempre l’ultimo valore calcolato, in questo caso 5. Un programma è costituito da liste annidate, come la seconda espressione che normalmente scriveremmo 2 + 3 * 4. Viene valutata dapprima la lista interna (* 3 4) che restituisce 12 per cui otteniamo (+ 2 12) e quindi 14.
Semplice vero? È tutto qui –OK, quasi.

2e

Vediamo un esempio concreto, l’equazione di secondo grado.
La formula risolutiva è:

2s

che in Lisp diventa:

#!/usr/bin/newlisp

;; soluzione equazione di secondo grado

(set 'a 2   ; coefficienti equazione 
     'b -3
     'c -2)

; calcolo il determinante
(set 'd (sqrt (sub (mul b b) (mul 4 a c))))

;;e quindi le due soluzioni
(set 's1 (div (add (mul -1 b) d) (mul 2 a))
     's2 (div (sub (mul -1 b) d) (mul 2 a)))
     
(println "le soluzioni sono: " s1 " e " s2) 
(exit)

sgOK, prima ho barato! ma nell’esempio troviamo il commento (punto-virgola), l’assegnazione (set ' o setf o setq) e per trattare i float non usiamo +, -, * e / ma add, sub, mul e div.
Questyo script è puramente didascalico, un lispista non lo scriverebbe mai in questo modo!
Inoltre usa la variabile d, forse non necessaria. Da tempo c’è la moda (OK, non è una moda) della programmazione funzionale: niente variabili (o meglio solo quando servono, e comunque non sono variabili). Come in Haskell o in Clojure. Di entrambi trovate tracce qui sul blog, nella colonna a sinistra tra le Categorie.

Lambda

Allora, se non siete spaventati dalle parentesi (ma dai, mica sono così tante poi) e siete ancora qui che ne dite? Partiamo?

Visto nel Web – 156

Quasi tutta la settimana senza collegamento (la famosa bomba d’acqua) ma ecco cosa ho visto nel Web.

B17-rA_IMAEN4Ye

Le prove ci sono: i carrier che lottano per farsi pagare di più dai grandi concorrenti degradano internet. La neutralità della rete è necessaria
::: Luca De Biase

So that’s where lambda comes from
fose non tutti sanno che…
ehi! il mio ‘puter si chiama lambda
::: Twitter

Oltre la telediagnostica, per macchinari e impianti importanti
::: ElectroYou

caffè

The Future of Payments and Open Source Support
::: Armin Ronacher

NON Recensione di Lubit 4 Eagle
::: Nerd Slider

Sentenza Cassazione Rimborso Windows (11 sett 2014)Sentenza Cassazione Rimborso Windows (11 sett 2014)
::: Scripd

phone_cone

4 cose sul giornalismo che cambia
::: la Stampa

gbach.sh
controlla la tua casella Gmail ma Matteo “Mattux” Pani
::: github

Porta la musica in Libre e Open Office con ooolilypond
::: PC Professionale

1395228_596340933748659_1617358674_n

Steve Jobs memorial dismantled in Russia because of Tim Cook’s sexuality
forse no
::: Engadget ::: Twitter

One day, I will commit to memory the syntax to create a symlink
anch’io, anch’io (ogni volta devo googlare)
::: Twitter

Transform your plain text into static websites and blogs
::: Jekyll

connessione

free OCR solutions
qualcuno sa qualcosa di Tesseract?
::: The Ubuntu Incident

Per veri nostalgici, ecco la prima pagina del #web
::: Twitter

“Enigmatic Patterns: The Life and Death of Alan #Turing”
::: Twitter

Elephant Consulting Quote

ma devono essere pagati!

The Windows registry
::: Twitter

Apple vs. Samsung
::: Twitter

Ma le spunte di whatsapp di che colore diventano
::: Twitter

10599505_959492237405121_8765984428841281167_n

Il multitasking non è un valore, al contrario produce danni
::: Twitter

What best CAD App on Linux?
::: Google+

Cloud
::: xkcd

Steve Simpson

A partial list of some companies using Clojure or ClojureScript
::: Clojure

Pitivi 0.94: il porting a Pyhton 3 è ora terminato
::: oneOpenSource

Unity 8: si prospetta una migrazione difficile?
::: oneOpenSource

1979700_448180638647905_666517832_n

Government Data Requests To Facebook Up By 24%
::: Slashdot

NSA Director Says Agency Shares Most, But Not All, Bugs It Finds
::: Slashdot

Lg e Google condividono i brevetti
::: la Stampa

10687191_814731788584280_2726072895760322340_n

Develop android weather app with Material Design
::: Surviving w/ Android

900 giochi arcade nel browser disponibili gratuitamente
::: Zeus News

Carte VISA, una falla milionaria
::: Punto Informatico

B1qytaiIUAEuHGT

Apple fans whenever the company announces something new
::: The Quick Word

Net Neutrality Alone Won’t Solve ISP Throttling Abuse, Here’s Why
::: Slashdot

Meet the 36 People Who Run Wikipedia
::: Slashdot

ormai siamo a -3

ormai siamo a -3

Gondola
The web framework for writing faster sites, faster
::: Gondola

Users Can’t Distinguish Scams From Facebook’s Features
::: Slashdot

Silk Road 2.0 Seized By FBI, Alleged Founder Arrested In San Francisco
::: Slashdot ::: Slashdot ::: ExtremeTech

quasi pronti...

quasi pronti…

20 Obstacles to Scalability
::: ACMQ

tmux in 5 Minutes
devo provarlo
::: Flying Machine Studios

EFF Hints At Lawsuit Against Verizon For Its Stealth Cookies
::: Slashdot

PR 24384203674055_n

Open sourcing Twitter emoji for everyone
::: The Official Twitter Blog ::: The Next Web

Amazon’s Luxembourg Tax Deals
::: Slashdot

Microbenchmark – Go and C
::: Pedro’s

forbiddenplanet

Big Data Knows When You Are About To Quit Your Job
::: Slashdot

British Spies Are Free To Target Lawyers and Journalists
::: Slashdot

Linux commands cheat sheet
::: I am Programmer

d3669c35-7916-4879-a970-c84f71f0d1eb

Interessanti compenetrazioni tra disegno a china e CAD
::: OpenFreeMan

App Windows su Android
::: OpenFreeMan

Archiviazione e compressione. Prima Parte
::: the secrets of ubuntu

7ty7C

La certificazione di Linux Foundation
::: Computerworld Italia

The Hacker F.A.Q. [Italiano]
::: HackerNetwork

Lubit linux 4 nome in codice Eagle
ormai dovrebbero saperlo tutti ma questa è una bella recensione di un amico nerdassay
::: evilripper

B18NhmKCYAADABH

Improved Error Handling in Rust
::: Armin Ronacher

Nikola v7.2.0 is out!
::: Nikola

Why do we need modules at all?
uhmmm… no (personalmente no)
::: Lambda the Ultimate

michman1dfddfgdfg

Steam: continuano a calare gli utenti Linux
::: lffl

Transducers
forse, chissà…
::: Cognitect Labs

Tomahawk, the World Is Your Music Collection
qualcuno lo usa?
::: Linux Journal

mistakes

Anteprima Punto Informatico – Whatsapp
::: manteblog

I repubblicani e la net neutrality
::: Luca De Biase

google-my-answer-salvatore-russo

Calcolo strutturale: nuovi fogli di calcolo excel da Tecnolab Ingegneria
::: Ingegneri

mazon’s Echo Chamber
::: Slashdot

B10m7VUIgAAt2m5

Twitter è complementare, frattanto i blog…

twitterAppunti presi in viaggio, chissà se sensati. Ma Twitter è il mio social-coso preferito e Marco Arment –beh lui è un über-nerd. Intanto sono in corso parecchi cambiamenti nei blog.
Marco dice che Twitter is not a replacement for blogs. Uh! certo ma vediamo di approfondire un po’…

Problemi. Un tweet evapora subito. Quando provi a cercarne uno vecchio ti accorgi che non è facile; anzi spesso impossibile. E poi non tutto ci può stare in 140 caratteri, d’ho!
Quindi ecco Jason Snell con Bigger than a Tweet e Gina Trapani con Short-form blogging.
Jason frequenta il mondo della Mela, non lo conosco, ma in sostanza quello che dice è che anche i post corti sono troppo lunghi per Twitter. Gina la conosco per Lifehacker. Per lei un tweet è troppo corto e un post su Medium troppo lungo. D’accordo, completamente.
Marco cita poi Manton Reece, siamo sempre lì.
Piuttosto a me viene in mente, oltre a Slashdot, Giuseppe Granieri con A place for innovators and laggards.

Insomma il problema Twitter rimane, almeno per me. Faccio liste (che in parte finiscono in visto nel Web) ma una soluzione continuo a non averla. Ci sarebbe anche da mettere in conto il mobile, sempre più usato (anche se non da me).
Piuttosto qualcosa di completamente differente (cit.): ultimamente i blog hanno semplificato molto l’interfaccia. Prendi l’Eli Bendersky’s website. Anche il dottor Blaster che però mi sembra ancora in evoluzione. E in fase di ridisegno troviamo John D. Cook.
Altri blog si sono persi o sono cambiati profondamente e mi sono perso io. E certi post sembrano proprio pettegolezzi (sì, adesso si dovrebbe dire gossip) o, peggio, pubblicità.
E per quanto riguarda Ok, panico? Chissà :mrgreen:

Installare newLISP

newlisp-rockets-pictureCome installare newLISP su Ubuntu 64 bits. Forse lo sanno tutti, o forse no –io per esempio.

newLISP rockz! è risaputo.
Ma a volte, come ho verificato in questi giorni, l’installazione normale non funziona, da errore “file o directory non esistente“. Panico?
No, niente panico, proprio come c’è scritto sulla copertina della Guida (grande libro, fondamentale, l’unico che serve davvero).

Nel caso specifico dopo aver fatto qualche tentativo per capire cos’era che mancava e aver mandato una richiesta d’aiuto a Lutz sono ricorso a G+. Trovato quasi subito. Qui: How to compile newLISP from source on 64-bit Ubuntu.

Funziona. Notare che:

  • il post è vecchio di 18 mesi;
  • il blog è operato da newLISP;
  • la versione corrente è la 10-6.0 e non quella indicata nel post.

eniac4

OK, caso risolto. Se avete un momento libero date una scorsa qui: Why newLISP on Rockets?

Ve l’ho già detto che newLISP rockz? Rocket Man too, nèh!

Visto nel Web – 155

La solita rassegna, forse incompleta: ho cambiato macchina ed è come quando cambi casa e fai lo slalom tra gli scatoloni.
In ogni caso ecco cosa ho visto nel Web.

8bb2b85f-c3be-4b37-a9b5-b30a7030c7d1
When Snowden Speaks, Future Lawyers (and Judges) Listen
::: Slashdot

How to Stop Apple From Snooping on Your OS X Yosemite Searches
::: wired

Wifi libero, avanti tutta, correggendo la rotta
::: Avvocato del Diavolo

1453254_776376322419827_7852609374637519794_n

Verizon traccia gli utenti mobili
::: SIAMO GEEK

È sufficiente il backup
::: SIAMO GEEK

Mentre voi elemosinate inviti per #inbox
::: Twitter

10173525_557893107675057_5249956344873807081_n

The terminal says “Be patient!”
::: Twitter

ProxMate, accedere ai siti bloccati da restrizioni regionali
::: Prima o poi

How technology can help work/life balanceHow technology can help work/life balance
::: Twitter

1902741_10152842453123278_3458283050212789067_n

L’Italia e la neutralità della rete
::: manteblog

Internet: Bill of rights, si apre la consultazione online. Ora possiamo dire la nostra
dubbi, personalmente non ci credo manco un po’: siamo il paese del Nano Parruccato e dei preti
::: Il Fatto Quotidiano

LibreItalia, 60 giorni dopo
::: Computerworld Italia

apple+cat

Debate Over Systemd Exposes the Two Factions Tugging At Modern-day Linux
::: Slashdot ::: Linuxinsider ::: InfoWorld

Copyright e Creative Commons: il lavoro culturale nell’epoca della sua iper-riproducibilità tecnica. Il mio video intervento
::: Simone Aliprandi

Non potevo permettermi un computer
::: Twitter

1011783_730476677007797_3553348964429864426_n

Quindi con Inbox Google
::: Twitter

Taking the Census, With Cellphones
::: Slashdot

Google Is Not What It Seems
::: Wikileaks

10646948_10152364509016472_5866371040906417555_n

EFF Rates Which Service Providers Side With Users
::: Slashdot

A Spreadsheet Way of Knowledge
::: Medium

A Brief History of C++
un divertimento?
::: Flaming Dangerzone

1899923_10205017139256529_5318286559653400707_n

Checklist de sécurité
::: CommitStrip

OCR per il CAD: il caso di Wintopo!
::: OpenFreeMan

HTML5 is done, but two groups still wrestle over Web’s future
::: CNET ::: W3C ::: W3C

tumblr_ne2c282rM81qa55vbo1_500

Google Developing a Pill To Detect Cancer
non solo web, panico!
::: Slashdot

US Post Office Increases Secret Tracking of Mail
::: Slashdot

Introducing the Canonical Distribution of Ubuntu OpenStack
::: Ubuntu Insights

B03dHcPIMAALe0-

Cose nuove
::: Questo blog non esiste

Windows 10 will come with a command line package manager, much to the lament of Linux users
me ne parlava sabato Giorgio; no non di questo ma di qualcosa di simile
::: ExtremeTech

How To Install GNOME 3.14 In Ubuntu GNOME 14.10
::: Web Upd8

B08EVT6IUAA8G4c

Gettare Windows dalla finestra è più facile
::: Comune-info

Mobile Is Eating the World
::: a16z

Facebook guadagna un miliardo di dollari al mese, adv in crescita
::: IctBusiness

Sergio Gridelli

Sergio Gridelli

Fino a 10 mila euro di multa per diffamazione on line
Rodotà-tà-tà! noi facciamo la legge su Internet, vero? E salviamo Sallusti.
::: ZEUS News

E-book gratuito “Un viaggio chiamato LibreUmbria”
::: LibreUmbria

HP Unveils Industrial 3D Printer 10X Faster, 50% Cheaper Than Current Systems
::: Slashdot

flood

Poseidon Linux – The Scientific GNU/Linux
::: Google Sites

Samsung faces the bad news: sales of its high-end phones are sliding
::: Engadget

Kernel Linux – kdbus sta per entrare a gamba tesa nella mainline
::: Bl@ster’s

euri

Trenord: non si fa così
::: SIAMO GEEK

Building a CPU simulator in Python
::: Python Diary

Regex for URL validation
::: YAB

10003249_10152577697377639_3726532946735517735_n

Domain-specific Languages and Code Synthesis Using Haskell
::: ACMQ

Time ago, Visual Studio did a BSOD
::: Twitter ::: Twitter

Why the U.S. Has Fallen Behind in Internet Speed and Affordability
::: The New York Times

10357244_875125945853856_5176959390651108859_n

Assembly for XML
::: xembly

A software design principle: Don’t make me use your design
::: biicode

Android co-founder Andy Rubin is leaving Google
::: Engadget

Bzpzjc9IcAAhjZa

Companies can now highlight important email information in Google’s Inbox app
::: The Next Web

Go 1.4 on Android
::: reddit

t is estimated that only 10% of all European cultural heritage has been digitised
::: Twitter

5c2cd307f092c28815c6e49875ee26c7

Hungary shelves internet tax plans following protests
::: The Next Web ::: The Economist

Microsoft Surface Pro 3
::: Gioxx

Xiaomi Aims To Raise At $40 Billion And Become World’s Most Valuable Private Tech Firm
::: Forbes

B1VOjU7IUAASuau

Stability as a Deliverable
anche per via di Robitex
::: The Rust Programming Language

#unlibroèunlibro
::: Luca De Biase

BvaFTIzCYAAukQi

Notes and Tips on Working From Home
::: Carin Meier

La Cina migrerà a Linux entro il 2020
::: Marco’s Box

Banda Larga: il caso del Comune di Bolzano
::: salto

Vladas Orze

Tre letture accurate sui diritti delle persone nell’era di internet
::: Luca De Biase

Apple più green
::: Twitter

Pianist asks The Washington Post to remove a concert review under the E.U.’s ‘right to be forgotten’ ruling
::: Washington Post

rms-unix-philosophy.001

Lubit 4

È uscita, pronta per il download la nuova versione di Lubit. Lubit 4 è completamente rinnovata dall’avvio allo spegnimento.

aquila_neraUn bravissimi agli amici di Lubit che hanno completato l’impresa!
A me non resta che ricordarvelo, anche perché hanno già detto tutto loro. Allora, per ragioni storiche e sentimentali inizio con il blog di Luigi Bit3Lux: Lubit Linux 4, Eagle! poi c’è il sito ufficiale: Lubit 4 – Eagle.
L4Più veloce della luce arriva la recensione di Marco di Marco’s Box: Arriva Lubit 4 “Eagle”, la distro italiana basata su Ubuntu e Openbox pensata per PC datati.

Per gennaio ci sarà anche la versione 64 bits. Chissà se per allora sarò meno incasinato (si può dire “incasinato” vero?) che la voglio e voglio renderla mia. Perché se non lo sapete ve lo dico io che Lubit rockz!

I magnifici iteratori di #rustlang

È molto che non scrivo sul blog, del resto un blog non è periodico nelle pubblicazioni.
Questa volta i protagonisti del post sono gli iteratori di Rust, il nuovo linguaggio di Mozilla. Mi hanno impressionato fin da subito sia per l’efficacia sia per la facilità dell’implementazione personalizzata.

Non posso per ovvi motivi spiegarvi tutto dall’inizio ne paventarvi il dietro le quinte, quindi questo è solo una sollecitazione per voi internauti impavidi di approfondire l’argomento.

Iterare

Un iteratore è un modo di esplorare una collezione di dati. Esso riduce la complessità dell’insieme alla manegevolezza astratta del singolo elemento.

Numeri pari

Se volessimo stampare i numeri pari 0 a 24 potremo far ricorso alla funzione di libreria range_step_inclusive() che fornisce un opportuno iteratore che, come si può notare nel codice seguente, rimane nascosto dallo zucchero sintattico del costrutto for:

for i in range_step_inclusive(0u, 24, 2) {
    println!("{}", i);
}

Le magie degli iteratori in Rust cominciano qui:
possiamo applicare un filtro che trasforma un iteratore in un altro:

for i in range_inclusive(0u, 24)
    .filter(|n| n%2 == 0) {
    println!("{}", i);
}

Oppure possiamo trasformare l’iteratore applicando una funzione in un altro iteratore, sempre per ottenere i numeri pari:

for i in range(0u, 13).map(|n| n*2) {
    println!("{}", i);
}

Ok. Stringhe e numeri

Come passare da una stringa come questa “0,2,4,6,8,10″ al vettore [0, 2, 4, 6, 8, 10]?

Nella libreria standard esiste la funzione split() che fornisce l’iteratore sulle parti della stringa individuate tramite un carattere separatore.
Ma questo iteratore fornisce stringhe, così possiamo applicare una mappatura per tradurre la stringa in numeri.
Ma un iteratore di numeri non è ancora il vettore desiderato. Poco male, basta passarlo alla funzione collect() ed il gioco è fatto!

Ecco il codice che, con alcuni dettagli che possiamo trascurare per il momento, attua i tre passaggi principali detti:

let v = "0,2,4,6,8,10"
    .split(',')
    .map(|s| from_str::<uint>(s).unwrap())
    .collect::Vec<uint>()

println!("{}", v);

Possiamo eseguire ‘nel cloud’ il codice con questo link su Playpen.

Finale

Fantastico mondo quello degli iteratori di Rust!
In realtà non ho mai ancora detto cosa è effettivamente un iteratore in Rust. È un peccato perché vi accorgereste dell’eleganza del panorama guardando dalla vetta della montagna, ma vi avevo avvisati, néh…

Alla prossima ma senza promessa e con questa premessa.
:-)
R.

Tante distro, Linux è bello anche per quello

La grande varietà d’offerta permette di usare la distro che fa per te; e se non c’è te la puoi fare. Altrove invece, prendi Windows dove tutti si lamentano.

blackQuesta mattina mentre ero in attesa dell’inizio di una missione importatissima di cui non posso dire niente (nada, zilch!) lancio Twitter e trovo il link a Poseidon.
Ahemmm… bello ma la pagina è sbagliata! È cronologica e parte dall’antichità; stavo per abbandonarla. Invece no, forse, anzi quasi sicuramente, soddisferà qualcuno, per esempio chi vuole una release scientifica ma è terrorizzato da Scientific Linux, quella che usano al CERN (ma sapete che quelli…).

Poi mi è venuto da pensare che al LinuxDay ho visto diverse distro, mica tutti usano ‘buntu (e derivate, avete presente Lubit, la migliore).
Visto che la riunione non partiva e un PC me l’ero accaparrato ho fatto un gioco, coinvolgendo (a sua insaputa ma glielo dirò appena pubblico) @blackibiza, quello che la sua mamma chiama Michele Adduci.
Michele è una delle mie fonti per la rassegna domenicale, twitta regolarmente cose interessanti (a volte in tedesco, atz!), ecco gli ultimi relativi alle distro Linux (così verifico l’embed, due piccioni con una fava):

Distribution Release: Zentyal Server 4.0

Distribution Release: CentOS 6.6

Distribution Release: Puppy Linux 6.0 “Tahrpup”

Distribution Release: LinHES 8.2

Distribution Release: SUSE Linux Enterprise 12

DistroWatch Weekly, Issue 582

L’embed non funziona come pensavo, modificato.

Quante! A questo punto mi sono accorto che c’era un silenzio assurdo, nessuno che telefonava e tutti che guardavano me. Chiudendo Twitter ho decretato aperta la riunione (transativamente, ovvio).

Tornando a noi, sabato quelli che avevano il dual boot –o volevano averlo– parlavano sempre e solo di Windows 8. Per contro pare che nell’ambiente di lavoro sia di gran lunga preferito il 7. Rimpiangendo XP.
Anch’io mi trovo spesso in quell’ambiente: quasi tutti Windows e per Linux (pochissimi) si tollera solo Ubuntu liscio, con Unity.
E anche il mio amico Alberto, the openfreeman, tratta quasi solo Windows.

Non so se è il caso ma sapete come la pensa John su quelli che usano Windows; anche su altri, probabilmente, anzi sicuramente.

Da adesso in poi post con l’abstract (forse)

bannerL’introduzione del “riepilogo” in Twitter suggerisce di rispettare l’usanza dell’abstract; spesso basta leggere quello per capire tutto. O quasi.

Twitter è il mio social-coso preferito. Lui e i blog. Parecchi blog, anche qualcuno che non rientra nei miei interessi immediati. Ma nobody’s perfect (cit.).
Quando pubblico un post metto l’annuncio su G+, FB e Twitter. Non che porti grandi risultati, il blog è vecchio (ormai) e chi mi conosce lo conosce. Le visite arrivate da Twitter la scorsa settimana sono percentualmente [1, 0, 0, 0, 4, 0, 6]. Notare come corrispondano ai giorni in cui ho postato, il tweet è istantaneo e scade subito, faster than Superman (cit?).
Io seguo pochi, sono conservatore (sì lo so che mi perdo roba ma il tempo è quello che è) e tento di evitare i twittatori troppo rumorosi.
È comunque una delle mie fonti principali per tenermi aggiornato (sapete che vivo qui, solo, in una zona depressa, lontana dal web; la situazione sarebbe diversa se si parlasse di allevamento di maiali e uscire dall’Europa).
slashdotMa un nome per tutti Slashdot, come farei senza?
I blogger in genere li seguo con Feedly.
Non mi ci trovo tanto invece con Facebook. Dev’essere colpa mia che seguo ‘mici di fèissbukk che postano foto di gatti, fidanzate/i e saluti di buonanotte e buongiorno e poco più; ma in genere sono persone che conosco anche fuori dal web e che devo tenere. C’è chi è mooolto più interessante, che s’è fatto un giro con cui puoi discutere. Non io, sigh! Con Google Plus si è liberi di seguire chi si vuole e le cose migliorano un po’; ma anche lì è distraente.
Io sono per i blog. E quando quel che devi dire è molto breve Twitter.
Anche se ultimamente non è più così vero. Ora l’ultima –per adesso– novità: il riepilogo. Se metti un link ti fa vedere il riepilogo. Forse il nome giusto sarebbe incipit o head ma va bene. Vuol dire che converrà iniziare i post con un abstract di 140 caratteri circa. Che sarebbe comunque un’ottima cosa averlo fatto da sempre. Ci riuscirò? Chissà! Intanto se guardate su in alto vedete che questa volta ci ho provato :shock:

Ma proprio adesso (OK, sto barando ma facciamo finta che sia così, il plot è migliore) leggo che Twitter’s doing well now, but its growth days might be numbered.
Letto su Twitter, dev’essere vero. O verosimile. E lascia presagire cambiamenti impressionanti in arrivo. E dice che viene usato principalmente in mobile. OK, sono vecchio. Chissà se terranno conto di me e quelli come me? :mrgreen:

Linux Day

logoIo sabato c’ero, qui:

fra_d
Bello il posto vero? È nella parte nuova del Poli, ne ho raccontato un pochino qui: Cosa mi è capitato al Linux Day Torino.

La prima volta che capito nei paraggi voglio andare a curiosare come funziona con gli studenti dentro, ma sono OT.

Niente il post ha solo il senso di dire che il Linux Day è una cosa meravigliosa. Sabato era la prima volta che partecipavo, ho delle remore, a quanto ho visto infondate.
Io sono vecchio. E quando ho iniziato seriamente con Linux (ormai sono otto anni) qualcosa già ne sapevo, o immaginavo. Sì perché ho usato anche Unix, non è stato il primo OS con cui mi sono trovato a dialogare ma probabilmente il migliore. A parte il PrimOS –il primo amore non si scorda mai. Mi ero portato anche gli amici, non vecchi come me ma non più confondibili con gli studenti. Alcuni non sono riuscito a rintracciarli ma tanto la loro supposta funzione di “non lasciatemi tutto solo” non sarebbe stata necessaria. Anzi disponibilità e amichevolezza a livelli altissimi. E le relazioni (oltre a quelle accennate nel post citato ne ho intraviste altre) tutte OK, bravi!
Per tutti, per i niubbi e per i nerd. E c’era chi con Linux deve ancora iniziare, bello! E Linux non è solo per smanettoni giovanissimi, bello. E c’erano anche le ragazze, poche ma ce ne sono, bello.

Insomma, lo dico fin d’ora: l’anno prossimo ci sono. Intanto un po’ di foto, sul sito ufficiale di Linux Day Torino, qui.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 82 follower