BaCon – un altro linguaggio

Preparando il post su Genie  mi sono imbattuto nella pagina The Genie Language   in cui l’autore, Barry Kauler, annunciava di aver cambiato linguaggio, scegliendo BaCon.


È il caso di farsi scappare una notizia del genere? Almeno una sbirciatina bisogna dargliela –chissà cos’è, com’è, cosa fa– dai presto 😀

E questo è il risultato. BaCon sta per Basic Converter. Ma con tutti i linguaggi nuovi chi può essere interessato a BaCon? Davvero una buona domanda (sì sto traducendo).

Sviluppato da Peter van Eerten è estremamente facile da imparare e usare. Ed è una celebrità su Puppy Linux, guardate qua.

Nel sito di Peter su BaCon si trova tutto: il package per l’installazione su Ubuntu, guide e manuali, tantissimi esempi, tutto quello che può servire insomma.

E allora?
Allora solo un esempio di cosa si può ottenere, un orologio digitale, il cui sorgente è lungo 232 linee 118 delle quali per definire le dieci cifre 0-9.
E questo è il risultato.

Lo userò?
Forse; dipende da cosa devo fare. A me il Basic (GW, Quick, Visual) non è mai stato particolarmente simpatico. Anticamente c’era il Turbo Basic della Borland che era molto più snello e performante dell’equivalente Microsoft, ma nessuno lo apprezzava. Recentemente per la scuola ho avuto a che fare con la versione gratuita di Visual Basic ed è decisamente scioccante: grosso e esoso di RAM oltre ogni limite e, naturalmente solo per Windows (che era peraltro il SO richiesto).

BaCon è tutt’altra cosa: intanto è per i sistemi operativi seri

ma la genialata è che prende il codice Basic e lo converte in C. Poi compila questo. Ha quindi a disposizione tutte –va be’ tante– librerie scritte per il C.

Per contro a scrivere codice per BaCon mi viene l’orticaria: tutte le keywords devono essere in maiuscolo; mi verrebbe voglia di fare uno scriptino che le scovi e converta –forse prossimamente…

Poi comunque di bacon c’è chi preferisce questo

ma non adesso: fa troppo caldo 8)

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Trackbacks

  • By Ancora su BaCon (e newLISP) « Ok, panico on 2 settembre 2011 at 13:55

    […] po’ più atipico del solito Potrebbe essere considerato come una continuazione a quello su BaCon o un semplice esercizio per il trattamento delle stringhe in newLISP. In quest’ultimo caso […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: