Ruby, le stringhe II

r4

Continua l’esame del trattamento delle stringhe con Ruby, iniziato qui.
Oggi si parla di sequenze di escape: vediamo un primo caso, semplice:

e0Le sequenze \n e \r sono sequenze di escape; la prima corrisponde all’a-capo Unix/Linux e funziona come ci si aspetta, la seconda al ritorno carrello, vale a dire “Hello” viene scritto, il cursore ritorna all’inizio della riga e sovrascrive “Word!” coprendo la scritta precedente. C’è da dire che per rendere la vita più interessante su Mac l’a-capo è \r e su Windows la coppia \r\n. Fino a un po’ di tempo fa l’editor testuale di Windows Blocco note o Notepad non interpretava correttamente \n; mi dicono che le cose sono cambiate anche se io continuo a consigliare sostituti freeware come Notepad2.

Ci sono poi altre sequenze di escape, ecco il tab:

e1

E se uno vuole mettere il carattere \ come deve fare?

e2

Chiaro no? backslash escappa (i fighi dicono quota) il carattere che segue immediatamente, se questo è speciale. Fare attenzione che i normali possono diventare speciali, cioè sequenze di escape.

e3

Domanda difficile: perché non ho usato \ per ogni carattere?

e4

Ci ricordiamo, vero, la differenza tra le stringhe delimitate da " rispetto quelle con ', come da esempio. E si può fare anche così:

e5

OK?
C’è ancora una cosa da dire sulle stringhe, caratteristico di Ruby (ma c’è qualcosa di simile nel mio linguaggio di scripting preferito, quello che mi fa perdere punti ogni volta che lo nomino): le quotature alternative (alternate quotes).

e6

Come si vede possiamo usare %q + un carattere a scelta al posto dell’apice e terminare la stringa con il carattere che abbiamo usato dopo q. E per le parentesi usiamo la coppia aperta all’inizio e chiusa alla fine.

Se %q + carattere sostituisce l’apice come faremo per le virgolette?

e7

Ci ricordiamo inoltre che possiamo mettere il valore di una variabile in una stringa quotata con le virgolette, cosa che abbiamo già visto ma forse serve un ripasso veloce:

e8

OK? E adesso basta con le stringhe! 😀

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • bakerstreetboy  Il 15 aprile 2013 alle 14:35

    Stavolta ho capito solo la possibilità di inserire una variabile in una stringa, cioè il finale.
    Tutto il resto non ho capito a che serve.

    • juhan  Il 15 aprile 2013 alle 15:00

      Alla stessa cosa; il \n è come una variabile, quasi: va a capo. Prossimamente sarà tutto più chiaro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: