Risorse Python

python-logoUn commento dell’amico Flavio, the Man from Mars (da quando se n’è andato Marte è l’unico pianeta conosciuto abitato interamente da robots) mi fa una domanda impegnativa, qui:

volendo imparare il Python 3.x, la risorsa (libro, pdf, web) definitiva ed unica che mi consigli di seguire

Mica facile. Anzi, il contrario. Vi faccio un esempio metaforico di una cosa che avete forse già vissuto tutti quanti, probabilmente più e più volte.
Ma prima un avvertimento, un disclaimer: non sono responsabile in alcun modo di eventuali effetti collaterali (side effects) e/o conseguenze immediate, future e protratte nel tempo. Questo va inteso virtualmente, un Gedankenexperiment, nèh!
OK! allora immaginate di entrare in una pasticceria. Ecco, capito? Mica è facile. Nel senso che come si fa a limitarsi a uno, o due, o –ok, QED.

In ogni caso un PDF disponibile liberamente sul web che mi sembra buono è Think Python – How to Think Like a Computer Scientist di Allen B. Downey.
Giù in fondo c’è l’URL per la versione 3.x (versione adattata da Michael Kart) in PDF.
Mi sembra che si possa partire da lì.

Poi naturalmente –avete presente la metafora della pasticceria?– scoprirete che Ce n’est qu’un début, quindi aggiungo un po’ di roba.
Intanto la documentazione sul sito ufficiale di Python, qui: Python 3.4.3 documentation, trovate l’elenco di altre risorse, tante. E quelle raccomandate da loro.
Ci sono i corsi online, per esempio Codecademy, elementare e versione 2.x (è ancora la prevalente, anche se sono d’accordo per insistere con la 3) oppure qui Centre for Education in Mathematics and Computing at the University of Waterloo, 3.x ma molto basico, un assaggino.
Sempre sui corsi online c’è una discussione su Quora: Which online Python course is the best?
C’è un Wikibook: Python Programming, 2-x con indicazioni variazioni 3.x, sembra bello.
Un altro testo vecchio ma usabile, anche questo con parecchi link è Dive Into Python. Come mi fa notare Stefania nei commenti c’è anche la versione per 3.x: Dive Into Python 3.
Una comunità pythonista su G+.
Infine una cosa che ho scoperto sono ultimamente: ZEEF – Find information through people, nel nosto caso Python by Alan Richmond.
Trovate tante cose, anzi avrei potuto rispondere a Flavio, the MfM, comunicandogli solo questo link (ma il mio blog ne avrebbe sofferto). Per esempio utilissimo il CheatSheet e le espressioni regolari e millemila cose ancora.

Due cose ancora:

  • ci sarebbe tutto il discorso di NumPy/SciPy –prossimamente forse;
  • sì, ho problemi di peso.

Mission-Accomplished

:mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • Man from Mars  Il 26 aprile 2015 alle 02:28

    Innanzitutto grazie del post dedicato, ne sono davvero onorato. Ovviamente adesso sono più confuso di prima, visto che hai aggiunto alle risorse che già conoscevo (le più “famose” in rete, direi) un altro bel carico a coppe di roba.
    Io comincio (non ora, un giorno X non precisato…) con Think Python e poi si vedrà. Il corso online di Python 3 è un’altra ghiotta possibilità.
    E quando finalmente pubblicherò la prima accozzaglia di codice funzionante, ovviamente il post sarà dedicato a te che sei il mio “mentore”.

  • srom71  Il 27 aprile 2015 alle 11:46

    Ciao,
    solo per segnalare che “Dive into Python” esiste anche per la versione 3:
    http://getpython3.com/diveintopython3/

    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: