SICP in Clojure and LFE

e-catsChi frequenta il blog si sarà accorto che ultimamente mi sono innamorato del Lisp –quello vero, il CL, Common Lisp– e derivati. A dire il vero non è vero, è un amore antico ma è che abbiamo ripreso a frequentarci, incuranti di cosa dice la gente (che ci evita, nessuno legge i post a riguardo).

Adesso sono immerso in Racket, anzi in HtDP che poi è una cosa diversa ancora, mi sa che dovrò cambiare qualcosa in proposito a come lo tratto.
Uh! ‘na confessione (ma non ditelo a nessuno): continuo con i linguaggi evoluzione del Lisp ma cìè stata una grossa tentazione per Scala (e quindi anche Java) solo che non ce la faccio più a tenere i ritmi dei giovani. E personalmente ho visto che non riesco a fare cose con gente on cui non sono in contatto fisicamente, il web è bello ma non basta (sono vecchio?). Inoltre mi sembra che la prassi sia di produrre continui aggiornamenti, una beta perenne, scritta appunto da beta, diversamente da come Matthias (et al. certo ma repetita juventus!) raccomanda in HtDP.

Ma il Lisp è tanto; per esempio ci sarebbe da affrontare il SICP, quello di Scheme, come si deve, me lo sono detto tante volte e adesso pare sia superato, ci sono i rampolli generati da lui, come Racket. Si usa Racket al di fuori dell’Academia? Non lo so, non m’interessa più di tanto, almeno per ora.

euoenoMa ce ne solo altri, che fanno riferimento a SICP fin dal titolo. Ecco il primo: SICP In Clojure. La home parte con una citazione (di Hickey, il boss di Clojure) che è come minimo roboante. Viene voglia di saperne di più. E anche YMMV uno (forse solo io (me), ma forse no) deve andare su Urban Dictionary per capire che sta per “forse la pensate diversamente”. A proposito manca sempre la versione italiana di UD 👿

Comunque, dice l’about: This is a version of the classic Structure and Interpretation of Computer Programs by Hal Abelson and Jerry & Julie Sussman, revised with code examples in Clojure instead of the original Scheme.

Ah! dice anche: I’m a newcomer to Clojure […], so I hope more experienced Clojurists will help out. I’ll be posting chapters bird by bird as I work through SICP myself, so it might be a while before the whole book is finished.

Bella la storia di bird by bird 😀 e poi sì, è un progetto in costruzione, con tutti i vantaggi del caso (il cappellino con la lucertola, yummm!) 😀
Per adeso ci sono due capitoli, grandi, ricchi, con qualche link ancora 404 ma raggiungibili con deviazioni. E Connor Mendenhall rockz! :grin.

oubiwannC’è poi Structure and Interpretation of Computer Programs – The LFE Edition.

Anche qui siamo su un progetto su GitHub: This Gitbook […] is a work in progress, converting the MIT classic Structure and Interpretation of Computer Programs to Lisp Flavored Erlang. […] This is a huge project, and we can use your help!
Per adesso siamo a 2.2.4.11, si arriverà a 5.5.7 più i titoli di coda.
Il sito dice LFE translation by Duncan McGreggor, quindi dovrebbe essere lui l’autore.

Chissà… non so se sono io che seguo troppi lispers su Twitter o è il Lisp che sta avendo un revival o cosa. Forse è tutto legato al meme della programmazione funzionale (in HdTP per adesso non l’ho visto scritto mai e non voglio spoilerare ma…). Per quello ci sarebbe anche Haskell. Oltre a Scala che per il momento ho messo tra le cose da fare ma non urgentissimissime. E poi… Ok, panico! :mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • Walter  Il 22 giugno 2015 alle 08:15

    Io li lisp-leggo gli articoli sul lisp 🙂 Comunque sono d’accordo con Matthias. Più che a pensare a come scrivere bene il codice adesso viaggiamo da una beta ad un altra. I programmatori vogliono un linguaggio “figo”. Il progetto su cui sto lavorando è fatto da una ditta tedesca… prima che ci mettessi mano io passavano 56 secondi dal doppio click al caricamento effettivo… adesso solo 3 e si può migliorare ancora. Però usa tutte le ultime figate tecnologiche… sarà che sono troppo vecchio anche io.

    • juhan  Il 22 giugno 2015 alle 08:27

      Huela W!
      Fa sempre piacere sentirti anche so che usi robaccia per un orrendo sistema operativo. No, dai! 😉 scherzo e poi da 56 a 3 😀
      Tschüss 😀

  • Walter  Il 22 giugno 2015 alle 09:28

    No dai… robaccia non ancora c’è sempre la base scritta da Wirth che è ancora vivo 🙂
    Ma il resto… è molto triste… da piangere direi.
    Schön tag (visto che vai di tedesco 😀 )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: