Linux facile ma non so raccontarlo

difference-engineNei giorni scorsi sono stato alle prese con un nuovo utente Linux. Yep 😀 stiamo crescendo!
Adesso non è che racconto tutto, anche perché:

  • non ce la faccio davvero più con Windows, eredi Bill mi arrendo 😦
  • quel che si deve fare varia in funzione di quel che si vuole fare.

per cui mi limito a qualcosa di generico (e per molti scontato), portate passiensa pazienza 😳
Non è colpa della scuola (cioè sì ma sarebbe un discorso lungo) e poi non fate come me: probabilmente (anzi quasi certamente) continuerete a dover trafficare con Windows. E con i telefoni e roba simile, dove sono super-niubbo, ma essendo vecchio posso ignorarli.

OK, questo è l’inizio di una bozza che non posterò; poi ho la scaletta (lo chiamate così anche voi il proto-indice delle cose da scrivere?) di altri due ma non mi piacciono.

E pensare che avevo (appena buttati) gli appunti del nuovo linuxiano 😀
Troppo specifici, personali, varierebbero moltissimo con altri.
Questo vuol dire che devo cambiare cose nel blog, certi argomenti non sono per me.
Intanto una cosa che forse non tutti sanno ancora: installare Linux è semplicissimo, tanto da non doverlo dire.
E poi installate parecchie cose che avete di là: Office è lo stesso, tranne per quelli ricchi o copioni che continuano ad avere l’M$ invece di Libre. Il browser idem, tranne Edge (ma si suppone che –OK, niente, non lo dico). Se usavate Photoshop adesso vi serve Gimp. E potrei continuare ma entrerei nello specifico.
Ci sono differenze, certo, per esempio i nomi dei documenti. Se condividete attraverso la rete roba con Windows può capitare che i nomi vadano in conflitto, usate solo lettere minuscole e numeri, attenti ai fonts, …
Altri programmi –specifici– sono monopiattaforma ma esistono alternative, magari meno sexy ma basta valutare quello che davvero serve.
Un’altra cosa che continuo a sentire (ehi! siamo nel 2016! (il punto esclamativo non indica il fattoriale, nèh)): l’ambiente è simile, anzi con Linux è più facile. E poi come la mettiamo con i telefoni? nessuno si lamente che non c’è Windows con il pulsante Start –per fortuna mancano 😀

Insomma in conclusione: i post promessi della serie “vi presento Linux” non li farò, non ne sono capace. E forse non servono, ma se ci saranno suggerimenti nei commenti saranno benvenuti.
E –speranza segreta– spero nessuno si accorga del mio pasticcio 😉

:mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Trackback

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: