Roba da Museo

C’è questa iniziativa che davvero deve risolversi positivamente. Il MuPIn cerca una sede, e ri$orse, merita davvero. E diventerà una cosa di cui noi torinesi, piemontesi et al. potremo vantarci.
Sono stati loro che hanno organizzato un evento riuscitissimo, due giorni di appassionati con meraviglie tutte più giovani di me ma tutte ormai quasi introvabili. Ma se nasce il MuPIn lì si troveranno, à la eureka! (cit.) 😀

2737
Io ci sono stato sabato, eccomi, a destra, con Marco Bruno.
Due cose: 1) sì mi è venuto uno sfogo, come si vede nella foto; e 2) sì ero appena arrivato, accaldato, stavo tentando di togliermi il giubbotto ma sapete come sono i fotografi… 😳

E pensa te il prof Roberto Dadda

Elia Bellussi, Roberto Dadda, Andrea Poltronieri.

Elia Bellussi, Roberto Dadda, Andrea Poltronieri.

2759-0
HP9821A, OS: hpbasic, Memoria: 421 registri, c’era a Geotecnica al Poli quando ero studente, anni ’70.

cray
Scheda Cray C90-4 384 MB

2759-2
MacIntosh 512 autoassemblato, 512 KB. Lo chassis è di un hard disk HP, pesantissimo, l’immagine la prima barca di Giulia Bruno.

13
Commodore Amiga e

14
Atari di cui chissà dove ho messo gli appunti 😳
Manca la foto del TI99/4A, di cui, prima o poi, vi racconterò…

2762
Adesso qualcosa di nuovo di pakka…

2764
sì, i robottini, con Arduino dentro

2765
e –forse– siamo in via di superamento delle discriminazioni di genere

2772
Tornando a noi il display del 9821, con un numero mysteryousassay

2778
La P101, anche qui numero già visto, chissà cosa mi rappresenta?

2786
l’hanno aperta!

2751
Ah! e questa?

2779
dai, difficile: anticipo ma poi il Marco ci racconterà (non si sa ancora dove, probabilmente al MuPIn): è l’amplificatore di lettura della linea magnetostrittiva 😳 tutto chiaro, vero?

Un po’ di link, ma poi ci saranno altri post anche qui su questo blog.

Parecchie delle foto qui sopa le trovate su Facebook, qui.
Sempre il MuPIn su FB, e il suo sito qui. E prossimamente avrà una sede 😀
Archeologia Informatica.
ITIS Enrico Fermi, Bibbiena, interessantissimo, sono loro che hanno l’ELEA. Se recupero le foto le posto. Li trovate anche qua.
ITIS Pininfarina di Moncalieri; ho parlato con un giovane prof davvero smart, purtroppo non ho il nome. I ragazzi avevano un robot davvero smart (cioè mi sono incantato a vederlo girare finché hanno chiamato la neuro).
Della P101 ho già raccontato, cose personali, qui.

Continua, prossimamente, forse :mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • Maurizio.  Il 24 Maggio 2016 alle 09:55

    Meraviglioso bagno nei ricordi…

    Oltre al TI99/4A noto qualche grossa assenza: Lo Spectrum della Sinclair, il C64, l’Apple II e, soprattutto, gli MSX.

    Nel mio museo personale vi è una Texas TI59, la calcolatrice programmabile dei tempi in cui rivaleggiavano l’RPN e il SOA. Siamo già tutti da museo?

    • juhan  Il 24 Maggio 2016 alle 09:58

      Mi sa che devo fare un post ancora 😀
      Magari con il tuo aiuto; ti mando presto una mail ahumm-ahumm 😉

  • Man from Mars  Il 24 Maggio 2016 alle 14:07

    Molto bello, come pure il post precedente. Mi affascina il retrocomputing (e il retrogaming!) forse per un’inconscia gratitudine verso chi è stato pioniere nel campo ed ha contribuito allo stato attuale della tecnologia, per cui possiamo avere dispositivi piccoli e potenti. È bello poter dire “Io c’ero” quando i PC avevano CPU che inseguivano i MHz e RAM delle dimensioni di un messaggino di Whatsapp (senza allegato, nèh!).

Trackback

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: