Octave – inizio – 2

hat-0017-16-04-25-14-19-14

Un primo assaggio di Octave, come promesso qui.

Queste cose saranno oggetto dei prossimi capitoli posts ma ecco una scorsa a quello che ci aspetta. Inoltre io sono per usare la REPL (il terminale) quando possibile ma so benissimo che sono in minoranza. E tenterò di adeguarmi, anzi da subito comincio con l’ambiente integrato.
Seguo il manuale ma salto le cose scontate.

Calcoli elementari
Octave can easily be used for basic numerical calculations. Octave knows about arithmetic operations (+,-,*,/), exponentiation (^), natural logarithms/exponents (log, exp), and the trigonometric functions (sin, cos, …). Moreover, Octave calculations work on real or imaginary numbers (i,j). In addition, some mathematical constants such as the base of the natural logarithm (e) and the ratio of a circle’s circumference to its diameter (pi) are pre-defined.

For example, to verify Euler’s Identity,

o9

type the following which will evaluate to -1 within the tolerance of the calculation.

o10

o anche

o11

Pheegassay che sia nell’ambiente integrato che nella REPL scrivendo la parentesi chiusa l’editor indica la corrispondente aperta; come se se ne abusasse come in quell’altra famiglia di linguaggi di cui al momento mi sfugge il nome 😉

Creare una matrice
Vectors and matrices are the basic building blocks for numerical analysis. To create a new matrix and store it in a variable so that you can refer to it later, type the command

o12

oppure

o13

Lo spazio dopo la parentesi quadra aperta e prima di quella chiusa sono solo per chiarezza, si possono omettere.
Octave will respond by printing the matrix in neatly aligned columns. Octave uses a comma or space to separate entries in a row, and a semicolon or carriage return to separate one row from the next. Ending a command with a semicolon tells Octave not to print the result of the command. For example,

o14

will create a 3 row, 2 column matrix with each element set to a random value between zero and one.

To display the value of a variable, simply type the name of the variable at the prompt. For example, to display the value stored in the matrix B, type the command

o15

Ovviamente (almeno per qualcuno):

o16

Aritmetica delle matrici
Octave has a convenient operator notation for performing matrix arithmetic. For example, to multiply the matrix A by a scalar value:

o17

To multiply the two matrices A and B:

o18

and to form the matrix product transpose (A) * A:

o19

Sappiamo tutti cos’è la trasposta di una matrice e come si fa il loro prodotto, vero?
Continua, prossimamente 😉
:mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Trackback

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: