Octave – inizio davvero – 7

back2future

Continuando da qui sono sempre nelle cose preliminari, semplificando dal manuale, qui.

Indicazioni di errore
Ci sono due tipi di indicazioni, siccome mi sembra tutto auto-evidente non copio, c’è –eventualmente– di là. Piuttosto un esempio per verificare se è vero:

o20

Uh! c’è un * di troppo:

o21

OK, vado avanti avanti. Sono qui.

Eseguibili di Octave
Once you have learned Octave, you may want to write self-contained Octave scripts, using the ‘#!’ script mechanism. You can do this on GNU systems and on many Unix systems.
Non sono compilati, sono solo script abilitati, ma mi adeguo al manuale e li chiamo eseguibili anch’io.
Per chi usa Windows si può creare un .bat o roba ancora peggio (immagino, sono ‘gnurant).

Self-contained Octave scripts are useful when you want to write a program which users can invoke without knowing that the program is written in the Octave language. Octave scripts are also used for batch processing of data files. Once an algorithm has been developed and tested in the interactive portion of Octave, it can be committed to an executable script and used again and again on new data files.

As a trivial example of an executable Octave script, you might create a text file named hello, containing the following lines:

#!/usr/bin/octave -qf
# a sample Octave program
printf ("Hello, world!\n");

o22

chmod serve per abilitarlo (solo la prima volta, l’ho detto tante volte e ogni volta mi dico che non lo ripeto più; per sapere cosa scrivere nella shebang (la prima riga) usate whereis octave (anche questo non lo dirò più).

Il manuale la fa più lunga, anche l’opzione -f servirebbe solo per casi molto particolari ma male non fa e allora si usa.

Una cosa sugli argomenti passati con la linea di comando, ovvia, il comportamento che uno si aspetta:

#!/usr/bin/octave -qf

printf ("%s", program_name());
arg_list = argv();
for i = 1:nargin
  printf (" %s", arg_list{i});
endfor
printf ("\n");

o23-0

OK, adesso modifico:

#!/usr/bin/octave -qf

printf ("ecco qui %s\n", program_name());
arg_list = argv();
for i = 1:nargin
  printf (" %s\n", arg_list{i});
endfor
printf ("\n");

o23-1

Chiaro, vero? Sarà comunque tutto approfondito a suo tempo.

Passo all’argomento successivo, qui.

Commenti
Ci sono tre tipi di commenti:

  • commenti su una sola linea: tutto quello che segue il carattere # è un commento, usuale su Unix/Linux; il carattere % fa la stessa cosa;
  • blocchi di commento: tutte le linee racchiuse tra #{ e #} o %{ e %} sono commenti;
  • il primo blocco di commenti in una funzione è richiamabile con help.

Esempio

o24

:mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Trackback

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: