Memo per me quando uso Windows

Best

A volte mi capita –e potrebbe capitare anche a altri– di dover usare Windows (10 o altri) per fare cose sensate, tipo quelle che si fanno nel terminale; quello che là è conosciuto come Prompt dei comandi.

Ogni volta è il solito dramma, e poi per i post su AWK –prossimamente– servirebbe…
OK, questa volta me lo scrivo, tutto per bene.
Uso uno script (che là si chiama batch; io che sono vecchio ricordo che il batch era una cosa completamente differente, come dice il nome, ma tant’è), questo (udt.bat):

@echo off
echo sono %username%
echo sono nella cartella
dir
pause

Sono ospite sul ‘puter della figlia di mio fratello (che ringrazio) per cui tutto da penna USB, con divieto di rovinare qualcosa 😉

Inserendo la penna (ehi! al primo tentativo!) si apre il file manager full-screen da ridurre in finestra. Nella cartella giusta, E:\dos, posso fare doppio-click su udt (nota: niente estensione anche se si potrebbe, ma non io su questa macchina, settare diversamente) ottengo

1

che è proprio quel che volevo. Notare il messaggio “Premi un tasto …”, indotto dal comando pasue. Sì perché al termine dello script .bat la finestra del terminale si chiude.

Comportamento scomodo per chi deve interagire con il terminale in modo continuo. Ma c’è un modo semplice per avere il terminale come con Linux. Tra i millemila modi windoziani io uso la scorciatoia che mi sembra più semplice: premere in tasti Win+R e scrivere cmd 😀 Fatto.

2

Ci sono un po’ di cose da notare (per i linuxiani):

  • la directory (cartella) corrente è automaticamente esaminata per il comando, prima di cercarlo nella path; quindi basta udt invece di .\udt o ./udt;
  • non c’è distinzione (per i comandi) tra maiuscolo e minuscolo;
  • il comando pause che termina lo script ovviamente non chiude il terminale.

Una cosa che potrebbe servire a noi linuxiani: inserire la directory corrente nella PATH, come si vede non c’è:

3

Si può fare, io uso una combinazione alias + script; non so se c’è un modo più semplice. L’alias da me, per ragioni storiche, si chiama agpa (da aggiungi alla path): alias agpa='source ~/bin/ag_pa

Lo script ~/bin/ag_pa semplicissimo:

#!/bin/bash
export PATH=$PWD:$PATH
echo $PATH

ed ecco:

4

OK; ovviamente chiudendo il terminale la PATH torna quella originaria 😀

:mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: