Modifiche – a volte NO!

knuth-c60

Un post che è anche un proposito per l’anno nuovo 😉 Ma non solo, anzi. E sì, scontato, tutte cose risapute 😳

Comincio con una storiella: un programmino, meno di mille righe di codice Python recentemente, occasionalmente, crashava misteriosamente. Un bug, uno dei tanti, ovviamente. Il guaio è che non era facile riprodurre il bug, io non ci sono riuscito mai.
Solo un appostamento prolungato (ruolo da agente segreto infiltrato con occhiali da sole, completo nero e barba finta sopra quella vera) ha consentito di stanare il colpevole, anzi due di loro. Recidivi come si vedrà tra breve.

Quando si scrive uno script per semplificare calcoli lunghi e tediosi spesso si fa con specifiche che non sono ottimali, anzi tutt’altro. La cosa migliore è vedere qualche caso tipico fatto a mano con l’utente che sa tutto. Ma a volte l’utente sa anche troppo: trova un caso simile non previsto in cui si può applicare lo script, a volte senza modifiche, o con il cambiamento di pochissime righe di codice (di solito comicianti con if cond == ...). Le modifiche possono essere sue o di altri, anche tosti.

Insomma io avevo il codice vecchio e in ogni caso non credo che potesse capitare con Linux. Ma non si può fare tutto, presto e bene… (inizio-cit.).
Vero che non c’era scritto nel manuale –anzi non c’è manuale– ma NO! se ti viene in mente un’estensione chiedi, possibilmente a chi il programma l’ha scritto. Se invece fai modifiche dillo –anche a me.
Ma –soprattutto– niente modifiche estemporanee, neanche se te le chiede teh boss dicendo che è urgente.
È come la storia della farfalla che sbatte le ali nell’Amazzonia…

Tutte cose risapute? Certo! ma continuano a capitare. Da ieri ci sono un paio di persone che hanno un’esperienza in più, anche da raccontare. Io invece non imparerò mai, ma lo racconto lo stesso qui :mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • dikiyvolk  Il 5 gennaio 2017 alle 08:29

    Il problema è che il capo è sempre il capo e solitamente non capisce nulla di programmazione ma in compenso è bravissimo a fare l’avvoltoio intorno alla scrivania del malcapitato 🙂

    Ricordo un cliente che a fronte di un certo quantitativo di Mb disponibili sull’hard disk mi chiese quanti dati poteva archiviare. Io risposi 18 mesi.
    La settimana dopo mi chiamò dicendo che il programma si era bloccato. Dopo un controllo mi accorsi che l’hard disk era pieno e conteneva 18 mesi di dati che non partivano dal giorno della mia risposta, ma erano un valore assoluto 🙂 e lo spazio disponibile comunicatomi non era quello libero ma quello complessivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: