Unicode – il carattere e il codice – 2

Il post precedente sull’argomento è piaciuto tanto ad almeno a un lettore che però ha due obiezioni: 1) richiede Julia e 2) tutti usano Windows.

A dire il vero è OK, anche per Windows e –francamente– non capisco come possa non essere considerato über-sexy Julia, il mio linguaggio preferito (a pari-merito con tanti altri, certo).

E se invece di Julia si usasse Python? Questo è molto comune, l’ha installato anche il mio lettore e allora ecco qui:

uchar.py: dato il numero del codice Unicode visualizzare il carattere

#!/usr/bin/env python3
from sys import argv
if len(argv) == 2:
    print(chr(int(argv[1], 0)))

Quache chiarimento. Uso env nella shebang perché Anaconda (installato per NumPy &co.) me l’ha spostato in una posizione non usuale, colpa mia che gli ho dato troppo retta durante l’installazione. La funzione chr() è riconosce la codifica, ecco perché posso passargli 0 come base (secondo argomento). se la stringa (primo argomento) inizia con 0x (o 0X) viene assunto un numero esadecimale.

l’operazione inversa è data da ucod.py: dato il carattere trovare il codice

#!/usr/bin/env python3
from sys import argv
if len(argv) == 2:
    n = ord(argv[1])
    print("{:d} 0x{:x}".format(n, n))

La funzione ord() restituisce il numero di codice Unicode. Questo viene codificato sia come decimale {:d} che esadecimale {:x}; in quest’ultimo caso provvedo a preporgli 0x.

Facile vero?
A questo punto restano da abilitare gli scripts con chmod +x se si è su Linux. Con Windows –ahemmm… chi mi aiuta? Ho scoperto che il mio modo usuale è vecchio, obsoleto, roba dell’altro millennio.

Inoltre…
Mi sono ricordato del comando ascii

Non so se sono io o non funziona sempre correttamente, ma l’idea è quella.
Vuoi vedere che c’è anche il comando unicode? Sì, bisogna installarlo, fatto ed ecco

OK, parecchie informazioni. Già perché nell’installazione installa tutto sull’hard disk

secondo me non è usa soluzione molto elegante. Ah! on teh toobz ho trovato emoji-info di yangxuan8282.

OK, per gli emoji, tenta con scarso successo anche per codici più normali. Lo script si collega a Graphemica e di lì recupera la pagina per il carattere richiesto che poi elabora estraendo (con comandi bash) l’informazione richiesta. Bravo yangxuan8282 ma le soluzioni Julia e Python mi piacciono molto di più.
Chissà se con Windows…

:mrgreen:

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Trackback

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: