I social-cosi secondo me

Forse è solo un’ossessione mia, forse no, condivisa. In ogni caso questo è un post che mi è stato difficile scrivere, infiniti tentativi, correzioni, cancellazioni e rifacimenti. Chissà se questa è la versione definitiva. Tutto personale nèh! vale solo per me.

Una delle cose che mi danno fastidio è  l’uso  l’abuso del telefono da parte dei giovani, anzi di tanti anche non giovani, di tutti, è lo zeitgeist. Capita che sto discutendo con qualcuno e suona il telefono; di solito il suonato risponde automaticamente, indipendentemente dal chiamante, senza dire “scusa”, non importa quel che si sta facendo. Secondo me la prassi dovrebbe essere quella di spegnere il telefono e riaccenderlo alla fine, tanto le chiamate senza risposta vengono memorizzate. Capita raramente, è invece normale appoggiarlo sul tavolo a portata di mano. Capita che c’è un momento di pausa, un’interruzione per qualsivoglia motivo e allora chi il telefono l’aveva spento (ma anche gli altri) è subito online.

OK, sono io che sono vecchio. E penso che quello che sto facendo sia importante. E poi non è vero, sono pochissimi quelli che si comportano così, e solo quelli che non mi conoscono. E dopo un po’ di tempo guariscono, riescono a resistere intere mezzore.

Che bisogno c’è di essere sempre aggiornati su tutto in tempo reale? Che senso ha di rispondere a una mail scrivendo “adesso leggo e poi ti dico”? Mi ricordo, quando ero giovane, la snail-mail (OK, non si usa più questo modo di dire) e le ricerche di allora, la consultazione della biblioteca, la libreria di fiducia (ho appena googlato la mia è sempre là, sito Web orrendo). Niente Web, niente social ma stavano arrivando i (le?) BBS. Per il software del tuo  calcolatore  computer potevi chiedere al tecnico dell’assistenza che ti indirizzava alla persona giusta alla filiale a Milano (non proprio, cintura, per fortuna). Non sto dicendo che era meglio, rimpiangendo il buon tempo antico (anche se allora ero giovane) ma voglio far notare che il ritmo era più umano.

Ma forse non sono solo io. Per esempio il presidente Trump non può bloccare nessuno su Twitter.

E Twitter ha la parte del leone per tenersi aggiornato con quel che succede nel mondo, da qui si arriva a Elon e alla sua ultima (per adesso) trovata contro il mondo intero.

Elon è pervasivo, uno dei  memi  tormentoni del momento, i nerd saggi reagiscono così.

Sono finito a parlare di Twitter, il mio social-coso preferito, a allora rifaccio ancora una volta il proposito di essere meno impulsivo, meno ritwittatore, meno likeista. Ci ricasco sempre mentre una cosa l’ho già capita, questa.

Rispetto al social di gran lunga più usato con Twitter puoi followare chi ti pare, senza chiedere l’amicizia e quindi senza rapporto bidirezionale, anzi io seguo parecchi über-nerd (accademici e no) che (spesso ma non sempre) mi danno dritte che mi sarebbero altrimenti precluse. Essendo conscio del mio livello (e di essere vecchio) posto poco di mio, rilancio cosa mi sembra OK. È anche una rivalsa rispetto a cosa uso (Python, non che non sia meraviglioso ma sempre e solo quello alla lunga cessa d’essere sexy) e quello che vedo tra chi frequento (JavaScript e poco altro). Devo anche ricordarmi di non tentare di affrontare l’impossibile, alle volte buio pesto in una notte di nebbia fitta. Ah! siccome scegli chi seguire non ha senso fare polemiche inutili, meglio defolloware chi non ti piace. Con Facebook è diverso, si parla del più e del meno, principalmente con gente che conosco nella realtà 1.0, a volte anche per lavoro, principalmente chiacchiere. G+ l’ho abbandonato, altri mai affrontati.

I social-cosi e il Web tutto sono responsabili dell’ondata di populismo che (probabilmente) ci travolgerà? Non sono esperto, certo però che –secondo me– amplifica il fenomeno. Nella zona in cui vivo peraltro la Lega Nord (e varianti) è nata completamente offline, anzi prima del Web, rimpiazzando la DC (non non i codici ASCII 0x11..0x14, il partito di Andreotti che i giovani manco sanno chi è).

Vorrei tanto essere come Julia b0rk Evans, rockz! 💥. Alle volte i suoi suggerimenti li conosco, alle volte non sono pertinenti per quello che faccio ma capita che ci sono cose nuove (l’Universo—- Bash è grande… (inizio-cit.-modificata)). E offline si ci sono tante cose da provare e fare, come suggerisce Grand, rockz 💥

Insomma, la solita tirata da  piola  bar, questo post non leggetelo 😯

Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: